Corso per Cuoco

LA PROPOSTA

La presente proposta progettuale intende trasferire un’impostazione di fondo incentrata sulla  formazione continua, professionalizzazione e alta specializzazione indirizzata a professionisti del settore ed improntata alla conoscenza e valorizzazione dei principi cardini della cucina italiana e delle sue peculiarità territoriali. Il modello proposto si configura quale agile strumento di promozione delle risorse agroalimentari del territorio italiano e delle sue caratteristiche gastronomiche. Il percorso formativo ha l’obiettivo di incidere sullo sviluppo delle competenze e delle abilità professionali, proprie della figura dell’operatore di cucina che opera in Italia e fuori dal territorio italiano, in modo da ampliare ed adeguare il proprio profilo professionale, attraverso la conoscenza e promozione della cucina moderna, con le sue diversità e tipicità, e della dieta mediterranea nel mondo.
Oggi, infatti, gli obiettivi professionali da assegnare alla figura dello chef sono cambiati e la sua attività è orientata alla ricerca ed aggiornamento continuo, accanto all’attenzione sempre maggiore riservata alla conoscenza delle materie prime  e dei prodotti tipici di un territorio e della cucina tradizionale.
Dall’ accurata scelta delle materie prime all’utilizzo di macchinari ed attrezzature sempre più sofisticate, anche la professione del cuoco, una professione dal sapore tradizionale, è chiamata a un rinnovamento costante, in linea con l’evoluzione del comparto della ristorazione moderna. Anche il cuoco deve imparare a diversificare e rinnovare i prodotti offerti sul mercato e ad acquisire nuove tecniche e metodi di lavoro, traendo spunto dalle tipicità locali, dal confronto con modelli organizzativi del settore ristorativo di altre nazioni.
La cucina italiana è indubbiamente la più conosciuta e apprezzata al mondo con la varietà dei suoi piatti, delle materie prime e dei prodotti. Proprio tale varietà, dovuta alle differenze climatiche, di territorio e storiche, comporta la necessità di un approccio con almeno alcune delle più rappresentative cucine regionali e locali. Da tale considerazione nasce l’idea di strutturare un percorso formativo a largo spettro.
quanto appreso nel percorso formativo al fianco di chef italiani,  operando direttamente nelle brigate di cucina di strutture ristorative di eccellenza di ciascuna regione.
Pertanto, l’impianto didattico mira fondamentalmente al:

LE FINALITA’

  • Specializzare le professionalità coinvolte in ambito gastronomico attraverso un percorso di apprendimento improntato sulla qualità e sull’efficacia dei risultati;
  • Arricchire le conoscenze e le capacità necessarie per realizzare i piatti italiani per eccellenza, che possano essere Finger Food, Amouse Bouche, Antipasti, primi piatti, secondi piatti di pesce, secondi piatti di carne, dessert al piatto per la ristorazione, la pasticceria classica e moderna, la panificazione, la gelateria, le pièces in pasticceria e in cucina, piatti e tecniche per concorsi internazionali, la perfetta gelatinatura per la presentazione di piatti da festa secondo standard italiani di produzione (dalla scelta delle materie prime alla lavorazione e realizzazione dei prodotti) con una costante attenzione all’evoluzione del gusto alimentare e all’utilizzo delle nuove tecnologie.
  • Conseguimento di microprofessionalità, di abilità e competenza per apprendisti, intesa come qualificazione professionale;
  • Acquisire capacità tecnico, operative, gestionali e relazionali valorizzando l’esperienza professionale già maturata nel settore di riferimento;
  • Favorire lo sviluppo di professionisti in linea con le attuali esigenze del mondo della ristorazione in grado di sviluppare analisi equilibrate, di progettare, di ascoltare e recepire le istanze della società civile;
  • Acquisire padronanza delle terminologie moderne culinarie, anche ai fini della comunicazione interpersonale in situazione;
  • Assimilare capacità operative nel proporre nuove tecniche di preparazione ed eventuali fusioni con prodotti semilavorati, realmente compatibili con il gusto e la cultura Mediterranea;

DOCENTI ALTAMENTE ESPERTI E QUALIFICATI

  • dei varie e Regioni appartenenti alla FEDERAZIONE ITALIANA CUOCHI: MAESTRI DI CUCINA ED EXECUTIVE CHEF;
  • Pasticceri: FIC,  FIP, COMPAIT E ACCADEMIA PASTICCIERI;

CONTENUTI

  • presentazione del seminario e delle tematiche poste in essere, con discussione sui metodi di cucina classica, Regionale, moderna, fusion e la sua evoluzione globale;
  • nuovi impianti tecnologici, come si deve comportare e formare un Cuoco o un Pasticciere  per rimanere al passo con la ricerca;
  • tecniche di cottura e produzione appropriate dei prodotti, utili a esaltarne e conservarne i caratteri organolettici;
  • realizzazione di menù, di cucina Nazionale, Tipica, creativa, senza tralasciare la pasticceria e l’abbinamento cibo vino, curando nei particolari i metodi e le esigenze del servizio sala.

FASI OPERATIVE

  • A partire da Novembre 2015 due COOKING SHOW tematici pilota uno di Cucina e uno di pasticceria.

METODOLOGIA DIDATTICA
Teorico Pratica:

  • lezioni frontali dove l’esperto illustra la dispensa e i diversi contenuti;
  • attività di laboratorio non solo dimostrative ma con coinvolgimento e sperimentazione diretta;
  • degustazioni guidate per permettere l’analisi sensoriale;
  • percorsi guidati con schede durante tutte le fasi dei laboratori;
  • le intolleranze alimentari

MATERIALE DIDATTICO

Slides
Dispense

COSTI E DURATA:

Corso di cucina base I° Livello: 5 ore al giorno per 20 lezioni €1.150,00 p/partecipante

Fiera GATE Foggia
Regione Puglia - Assessorato Agricoltura
Provincia di Foggia
Comune di Foggia - Servizi Attività Economiche
CCIAA Foggia
CDO Foggia
CIA Foggia
Solutiongroups Srl
Web Italia TV
Ristorante AQVA Foggia
Ortofrutta lezzi
Caseificio Il Parco